Le tre motivazioni per cui, malgrado gli sforzi, non riuscite a perdere peso

Seguite un’alimentazione corretta, fate frequentemente attività fisica e ancora non riuscite a buttar giù quegli ostinati chili di troppo? La realtà è che mangiare bene ed allenarsi spesso hanno un valore molto generico e relativo nell’effettiva perdita di peso e, per dirla tutta,  se fossimo realmente onesti con noi stessi, ammetteremmo di sicuro che potremmo impegnarci un pochino di più in entrambe le cose.

Il benessere psico-fisico è in realtà uno stile di vita. La perdita dei grassi avviene naturalmente quando ci dimentichiamo della bilancia, troviamo un’attività piacevole e iniziamo a concepire il cibo come una fonte energetica piuttosto che come un modo per sopperire alle nostre mancanze affettive o per occupare il nostro tempo.  Ecco allora tre errori ricorrenti che vi impediscono di raggiungere il vostro peso forma.

  1. Mangiate i cibi sbagliati

Se non riuscite a perdere peso, il primo posto in cui dovreste guardare è la cucina. Alcune persone investono tutte le loro energie per bruciare le calorie che non si prendono il tempo necessario per rendersi conto di cosa stanno assumendo come carburante. L’80% della lotta ai chili superflui consiste nel tipo di dieta che si osserva. Per quanto  l’esatta tipologia di alimenti da consumare dipenda dal tipo corporeo, dal metabolismo basale  e da altri fattori, una buona regola generale da seguire è quella di consumare quanto più possibile alimenti freschi e integrali.

Cercate di mangiare i carboidrati ricchi di amido ( come le patate, il riso integrale e i cereali)  nei giorni n cui svolgete attività di potenziamento muscolare o di esercizio più rigoroso. Nei giorni in cui il vostro allenamento è più leggero consumate invece più proteine e verdure. Evitate gli eccessi di pane, zucchero e di ogni altro prodotto raffinato e acquistate  quei prodotti che presentano il minor numero possibile di ingredienti sull’etichetta.

  1. Mangiate troppo

Se è passato già parecchio tempo dall’inizio della vostra dieta e non riuscite a perdere peso, probabilmente state mangiando troppo. Per buttare giù peso, il corpo ha bisogno di affrontare un deficit di calorie, il che, tradotto in termini pratici, significa bruciare più di quanto si consuma. Ciò detto, non bisogna nemmeno esagerare con le privazioni, stare a contare ossessivamente le calorie o pesarsi tutti i giorni.

Mangiate ogni volta che avete fame, ma lentamente e fermatevi prima di raggiungere la sensazione di sazietà. Fare degli spuntini salutari durante la giornata vi impedirà di abbuffarvi nei pasti principali. Concedetevi ogni tanto delle gratificazioni, come ad esempio, un quadratino di cioccolato fondente. Le privazioni sono infatti dannose perché proprio quando sentiamo la mancanza del cibo torniamo a pensare ad esso in termini “emotivi” e non nutrizionali.

  1. Fate troppa attività aerobica

Sì, è vero: l’attività aerobica è una parte necessaria della vostra routine di allenamento. Fa bene al cuore, velocizza il metabolismo e fa sudare molto. Ma fare solo attività aerobica, o farne troppa,  può in realtà essere controproducente. Passare 90 minuti sull’ellittica o  correre regolarmente per sedici chilometri andrà letteralmente a mangiare la vostra massa magra che è, invece essenziale per aumentare il proprio metabolismo e bruciare i grassi. Sicuramente renderà il vostro corpo più performante in termini di resistenza, il che , però lo indurrà a conservare una riserva di grassi che possa sostenerlo durante  la durata dell’allenamento. Inoltre, farà aumentare il vostro appetito rendendovi più irritabili  e  più inclini a cedere alle  tentazioni. È bene quindi associare ad una moderata ma costante attività aerobica, il potenziamento muscolare che comporta invece un aumento della massa magra. Ricordate, quanto più sono tonici i vostri muscoli, tanto più il vostro organismo sarà indotto a bruciare grassi.