I sintomi della celiachia negli adulti: dai sintomi alla diagnosi.

La celiachia: cause e diagnosi.

La celiachia (o malattia celiaca) è una patologia che colpisce individui di tutte le età, geneticamente predisposti, e consiste in un’infiammazione cronica dell’intestino tenue.

Questa patologia é causata dall’ingestione della gliadina, una componente del glutine che a sua volta è una sostanza contenuta soprattutto nelle farine di frumento, orzo, segale, farro, spelta, triticale e molti altri cereali del genere Triticum.

Nelle persone celiache la gliadina causa un’infiammazione dei villi intestinali, quella parte delle mucose dell’intestino che permette l’assorbimento dei nutrienti contenuti negli alimenti introdotti nell’organismo con l’alimentazione, causandone l’atrofia e conseguente scomparsa, con enormi danni per l’organismo.

E’ fondamentale conoscere e riconoscere i sintomi della celiachia negli adulti perché si possa giungere ad una diagnosi della malattia, tali sintomi cambiano a seconda del tipo di celiachia: tipica, atipica e silente (occorre dire che esistono anche altre due forme di celiachia, latente e potenziale).

I sintomi di celiachia negli adulti (forma tipica) sono molto variabili, per citarne alcuni:

  • feci biancastre, sciolte e grasse
  • perdita di peso
  • diarrea cronica
  • vomito
  • gonfiore e dolore addominale
  • flatulenza
  • stanchezza cronica
  • anemia
  • colite
  • dermatite erpetiforme
  • disfunzioni della tiroide
  • malassorbimento
  • cefalea, ecc.

Il riconoscimento della presenza dei sintomi della celiachia negli adulti costituisce il primo passo verso una diagnosi certa, che può essere effettuata solo attraverso un’analisi del sangue per ricercare la presenza di specifici anticorpi (ai fini dell’attendibilità dell’esame è necessario che la persona stia seguendo una dieta normale che includa anche alimenti contenenti il glutine).

Solo nel caso in cui siano accertati i sintomi della celiachia negli adulti e ci siano stati risultati positivi ai test sierologici, il medico potrà disporre una biopsia endoscopica della mucosa duodenale che, esaminando lo stato dei villi intestinali, darà un risultato senza spazio per errori.

I sintomi della celiachia silente.

Nella forma silente non si manifestano i soliti sintomi della celiachia negli adulti (e così pure nei bambini), si tratta di una forma subdola di questa patologia perché, ovviamente, è di difficile diagnosi.

La celiachia silente c’è ma non si vede. Anche in questo caso la presenza della malattia potrà essere accertata seguendo il protocollo di diagnosi già esaminato:

  • ricerca degli anticorpi specifici attraverso l’analisi del sangue
  • biopsia endoscopica della mucosa duodenale.

Poiché l’assenza di sintomi rende difficilmente diagnosticabile la malattia, considerata la famigliarità, viene di solito suggerito ai parenti asintomatici di adulti celiaci conclamati di effettuare gli esami diagnostici suddetti.

I sintomi della celiachia atipica.

La celiachia atipica è altrettanto difficile da diagnosticare quanto quella silente, infatti, pur non essendo asintomatica, presenta sintomi diversi da quella tipica, ad esclusione dei forti dolori addominali, e principalmente di tipo extraintestinale:

  • anemia
  • carenza di ferro
  • osteoporosi
  • dermatite erpetiforme
  • bassa statura
  • anoressia
  • comparsa recidiva di afte
  • alterazioni dello smalto dentale
  • stipsi
  • alopecia
  • sintomi neurologici.

Solo un buon medico, in grado di valutare la situazione clinica ed i diversi sintomi del paziente in un quadro ampio e generale, sarà in grado di elaborare una diagnosi corretta di celiachia atipica senza incorrere nel rischio di male interpretare i singoli sintomi e le diverse patologie.

Ad oggi, l’unico trattamento efficace conosciuto, per tutte le forme di celiachia, è una dieta completamente priva di glutine, poche settimane dopo l’inizio di una dieta corretta il danno all’ intestino inizierà a regredire mentre per la diminuzione degli anticorpi saranno necessari alcuni mesi.