DIETA DETOX :15 GIORNI PER DEPURARSI E TORNARE IN FORMA

Alla base della filosofia delle diete detox vi è il principio di depurazione ed espulsione delle tossine accumulate nel corpo umano a casa di stili di vita e/o alimentari scorretti.

Infatti se si è in cerca di una dieta che mira al dimagrimento o al rassodamento non è questo ciò di cui si ha bisogno.

Seguendo  correttamente una dieta detox 15 giorni  saranno sufficienti per depurare l’organismo dalle sostanze presenti soprattutto nei cibi spazzatura e industriali, portare benefici ad organi interni come fegato e reni, aiutare l’apparato digestivo e aumentare il livello di energie. Inoltre si possono riscontrare anche miglioramenti della pelle e dei capelli.

In cosa consistono le diete detox? Per un breve periodo di tempo bisogna dire addio ai cibi di origine animale, ai grassi e agli zuccheri e scegliere invece alimenti ricchi di fibre e proteine vegetali e moltissima acqua.

Dieta detox: frullati in sostituzione  dei pasti

I frullati detox, ad esempio, sono tra i protagonisti principali delle diete disintossicanti. I frullati sono perfetti infatti per questo tipo di alimentazione in quanto sono preparati semplicemente con frutta e/o verdura ed acqua. Sono ricchi di antiossidanti e inoltre sono rinfrescanti, quindi perfetti anche per la stagione estiva!

Gli ingredienti che vengono prediletti per le ricette dei beveroni sono: ananas, limone, sedano, mela, spinaci, zenzero, cetriolo, kiwi e pompelmo ma ovviamente quasi tutta la frutta e la verdura si presta alla perfezione allo scopo. Grazie alla vasta scelta è possibile variare a seconda dei propri gusti e con tutti gli abbinamenti possibili non stancarsi mai.

Dieta detox: menù

Per seguire correttamente una dieta detox bisogna saper rinunciare tutti gli alimenti e le bevande che potrebbero ostacolarla. È necessario quindi dire addio (almeno per il periodo di tempo scelto) a: zuccheri, alcolici, caffè, latte e derivati, grassi saturi e moderare l’uso del sale.

Prediligere quindi uno stile di vita più sano e alimenti come frutta, verdura cotta e cruda, ortaggi, cereali, carne bianca o pesce al vapore.

Ovviamente tutto dipende dalla durata del percorso intrapreso: se si sceglie di fare una dieta detox per un periodo che va da uno a tre giorni è possibile bere solo e soltanto frullati per tutta l’intera durata per vedere dei risultati in poco tempo. Se invece si decide di seguire una dieta detox  15 giorni o più si inizierà con i frullati per poi piano piano reintegrare tutti gli alimenti sopracitati.

Dieta detox 30 giorni

Una dieta detox è una soluzione che viene adotta spesso e volentieri nei periodi che succedono le festività come Natale o Pasqua proprio perché aiuta l’organismo ad espellere le tossine in eccesso che si sono potute accumulare durante tutti i pranzi, cene e le abbuffate delle ricorrenze.

In realtà è possibile prolungare la durata di queste diete, solitamente molto brevi, fino anche a trenta giorni.

Il consiglio è quello di iniziare con due o tre giorni di soli frullati di frutta e verdura in modo tale da svegliare l’organismo e depurarlo velocemente.

Con il passare dei giorni poi è possibile reintrodurre nella propria dieta carboidrati e proteine.

Prolungare questo tipo di dieta fino a quindici/trenta giorni non è sbagliato in quanto è proprio questo il tempo di cui il corpo umano ha bisogno per attivare il meccanismo di disintossicazione.

L’importante è però sapersi fermare quando è il momento giusto e non confondere una dieta mirata alla disintossicazione con una dimagrante. Ciononostante ci sono alcuni piccoli accorgimenti che possono essere utili non soltanto per le diete ma per condurre uno stile di vita sano.

Ad esempio non bisogna sottovalutare l’importanza dell’acqua, non a caso i medici consigliano di berne almeno 2/2,5 litri al giorno preferibilmente lontano dai pasti soprattutto se si scegliere di prolungare la dieta detox 15 giorni e oltre.

Cercare il più possibile di mangiare in ambienti tranquilli e con calma, masticando lentamente tutti i bocconi. Mangiare di fretta infatti può intaccare negativamente la digestione e non dare un senso di sazietà.

Smorzare gli attacchi di fame prediligendo spuntini come frutta fresca, frutta secca o verdura cruda.

E soprattutto svolgere qualsiasi tipo di attività fisica con costanza: se non si ha la possibilità di andare in palestra anche una passeggiata a passo svelto di almeno trenta minuti al giorno può migliorare notevolmente le condizioni fisiche e mentali