Alimentazione durante allattamento: i cibi sì e i cibi no.

L’alimentazione durante allattamento è una questione che preoccupa tutte le mamme del mondo. Cosa si deve mangiare? Cosa, invece, va evitato?

Se durante la gravidanza l’apporto calorico deve aumentare dalle 200 alle 300 calorie, durante l’allattamento dovrà raddoppiare e quindi aggiungere dalle 600 alle 700 calorie alla propria dieta (ovviamente scegliendo gli alimenti giusti). Questo succede poiché l’allattamento al seno comporta un consumo di calorie non indifferente. Di fatti la produzione di 100 ml di latte fa bruciare alla mamma circa 95 kcal e considerando che mediamente un bambino ha bisogno di circa 500 ml di latte si parla di quasi 500 kcal al giorno che equivalgono ad un’ora di allenamento.

Quando è possibile l’allattamento, viene sempre consigliato in quanto porta benefici sia alla mamma che al bambino: il latte materno infatti è ricchissimo di sostanze nutrienti fondamentali. Va sottolineato però che il latte assorbe tutte le sostanze che la madre assume e quindi va seguita una dieta alimentare corretta e sana.

 Cosa mangiare durante l’allattamento

Quindi qual è l’alimentazione durante allattamento più indicata? Senza ombra di dubbio ci sono degli alimenti fondamentali per la salute del bambino che non devono assolutamente mancare nella dieta materna come ad esempio gli alimenti proteici ricchi di sostanze come calcio, ferro, fosforo e vitamine. Si possono trovare in cibi come carne, pesce e uova che riescono anche a coprire il fabbisogno di amminoacidi essenziali e sali minerali.

Per compensare il bisogno di fibre, oligoelementi e vitamine sono molto importanti i legumi, le verdure, la frutta e i cereali. È necessario poi introdurre nell’alimentazione anche i carboidrati come pane, pasta e riso. Vanno bevuti circa due litri di acqua al giorno in quanto quasi mezzo litro verrà utilizzato per la produzione del latte.

I cibi il cui utilizzo va limitato sono i dolci e le bevande zuccherate in generale in quanto non apportano cambiamenti nella qualità del latte e nella sua produzione ma semplicemente aumentano l’apporto calorico ingerito. Va sfatato inoltre il mito secondo il quale bere latte aumenta la produzione di latte da parte della donna quindi si può benissimo evitare. Per quanto riguarda gli alcolici invece ci si può concedere un calice di vino o una birra una volta tanto senza esagerare.

Cibi da evitare durante l’allattamento

Per quanto l’alimentazione durante allattamento e i cibi da evitare vi sono in prima linea senza dubbio i cibi ricchi di grassi saturi come fritture e insaccati. Va fortemente limitato anche il consumo di crostacei e frutti di mare in generale in quanto potrebbero addirittura provocare le coliche gassose al neonato.

Va prestata particolare attenzione poi ai cibi confezionati (snack dolci e salati di tutti i tipi) e ai piatti già pronti e/o surgelati. Durante l’allattamento va prediletto il consumo di cibi freschi e di alta qualità.

Vanno banditi assolutamente i superalcolici e il fumo, mentre il consumo di bevande come tè e caffè vanno bene ma sempre in maniera moderata.

Dimagrire durante l’allattamento

Se si vuole perdere peso durante il periodo dell’allattamento, come ad esempio i chili messi su durante la gravidanza, bisogna farlo sempre facendo attenzione alle necessità del bambino. Va infatti seguita una dieta ricca e completa magari accompagnata dall’attività fisica.

Non va sottovalutato un aspetto importante: il riposo. E’ fondamentale dormire a sufficienza se si sta cercando di perdere peso. Questo può risultare difficile per una mamma, soprattutto nella fase di allattamento in quanto deve svegliarsi più volte durante la notte ma questo aspetto non va preso sotto gamba. La stanchezza infatti indirizza a scegliere cibi che diano energie immediate come carboidrati e zuccheri e se stanchi si è anche meno predisposti a fare attività fisica.